Come fotografare le stelle

Le stelle sono corpi celesti che fin dall’antichità hanno attirato l’attenzione di astronomi e  semplici sognatori, alla ricerca della stella più luminosa. Spesso sembrano così vicine a noi, tanto che vorremmo afferrarle e rinchiuderle in un cassetto.  Tuttavia, tale desiderio è possibile, anche se in un modo differente e per realizzarlo ci viene in aiuto la macchina fotografica che cattura le stelle in uno scatto.  A tal proposito, se l’operazione vi sembrerà complessa, ci sono delle regole che la rendono semplice da attuare.

Innanzitutto, occorre procurarsi un treppiedi in modo da avere a disposizione la fotocamera per lunghi periodi senza stancarsi. Dopodiché è necessario impostare la fotocamera in modalità manuale, avvalendosi ,nello stesso tempo, di un grande sensore e un obiettivo luminoso. Entrambi sono importanti per la corretta riuscita dello scatto: il sensore catturerà più luce possibile, utile nelle ore notturne, mentre l’obiettivo catturerà una porzione più estesa del cielo. Durante lo scatto è bene evitare bruschi movimenti che possono creare immagini poco nitide e per raggiungere un simile effetto bisogna utilizzare uno strumento specifico denominato telecomando a scatto remoto. Quest’ultimo non è altro che un aggeggio elettronico in grado di dominare lo scatto dall’esterno della fotocamera senza pigiare il pulsante. Inoltre, ci sono anche dei modelli che consentono di ottenere 100 immagini, ognuna di  20 secondi ciascuna.

Un altro aspetto fondamentale riguarda la buona scelta del luogo dal quale effettuare uno scatto. Per una visione ottimale, da veri intenditori è consigliata la scelta di un luogo distante da ogni centro abitato. L’ alta quota è quella preferibile che fa ottenere un’immagine chiara e definita. Dal punto di vista tecnico, è necessario rispettare tre parametri importanti quali ISO alti, diaframmi aperti e tempi di posa lunghi.

La parola che descrive le stelle non è soltanto ma la staticità ma anche il movimento. E’ possibile infatti, fotografare le scie stellari individuando una stella polare, posizionandola al centro affinché tutte le altre sembra che le ruotino attorno. Inoltre, si potranno ottenere immagini pulite unendo una serie di esposizioni brevi in un post produzione. Dunque, molteplici trucchi per una solo fine: afferrare in un istante, la parte più luminosa e romantica del cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top