La storia della fotografia

La storia della fotografia ha radici nell’antichità remota con la scoperta del principio della camera oscura (una stanza buia) e l’osservazione che alcune sostanze sono visibilmente alterate dall’esposizione alla luce. Per quanto è noto, nessuno ha pensato di riunire questi due fenomeni per catturare le immagini delle telecamere in forma permanente fino al 1800 circa, quando Thomas Wedgwood fece il primo tentativo documentato in modo attendibile, anche se senza successo.

A metà degli anni 1820, Nicéphore Niépce ci riuscì, ma furono necessari diversi giorni di esposizione nella fotocamera e i primi risultati furono molto grezzi. Il socio di Niépce Louis Daguerre ha continuato a sviluppare il processo di dagherrotipo, il primo processo fotografico annunciato pubblicamente, che ha richiesto solo pochi minuti di esposizione nella fotocamera e ha prodotto risultati chiari e dettagliati. Fu introdotto commercialmente nel 1839, una data generalmente accettata come anno di nascita della fotografia pratica.

Il processo dagherrotipo basato su metallo ebbe presto una certa concorrenza dai processi calotipici negativi e salini basati sulla carta inventati da William Henry Fox Talbot. Le innovazioni successive hanno ridotto il tempo di esposizione della fotocamera richiesto da minuti a secondi e infine a una piccola frazione di secondo; ha introdotto nuovi media fotografici che erano più economici, sensibili o convenienti, compresi i film in bobina per uso occasionale da parte di amatori; e ha reso possibile scattare foto in colori naturali e in bianco e nero.

L’introduzione commerciale di fotocamere digitali elettroniche basate su computer negli anni ’90 ha presto rivoluzionato la fotografia. Durante il primo decennio del 21 ° secolo, i tradizionali metodi fotochimici basati su pellicola sono stati sempre più marginalizzati poiché i vantaggi pratici della nuova tecnologia sono stati ampiamente apprezzati e la qualità dell’immagine delle fotocamere digitali a prezzi moderati è stata continuamente migliorata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top