l’Italia si fa largo al Sony World Photography Awards 2019

Un concorso internazionale ideato dalla Sony in collaborazione con la World Photography Organisation che consente ad artisti di fama nazionale e non, di avere maggiore visibilità possibile, avviandoli verso il successo. Anche quest’anno, l’Italia è la protagonista nella categoria Open poiché la WPO ha annunciato i vincitori di questa rispettiva categoria insieme alla sezione relativa ai Giovani.

Tuttavia, per partecipare occorre avere dei requisiti al fine di essere inseriti nelle rispettive categorie. Infatti, la prima sezione è aperta a tutti, professionisti e fotografi amatoriali mentre la seconda è indirizzata ai giovani aventi tra i 12 e i 19 anni. L’Italia si distingue per i suoi otto partecipanti della prima sezione  che sono:  Sara Bianchi, Niccolò Cozzi, Alessandro Zanoni, Marco Zaffignani, Rosaria Sabrina Pantano, David Salvatori, Roberto Marchegiana e Alessandro Zunino. Non è delle migliori la classifica inerente la categoria dei giovani che non ha italiani presenti.

Pertanto, scopriamo insieme nel dettaglio di cosa si occupano i vincitori citati, al fine di comprendere in maniera migliore la lo personalità e sopratutto da cosa è composta la loro arte. Marco Zaffignani ad esempio, ha presentato uno scatto che raffigura l’incontro tra il fotografo e alcuni squali balena a settembre del 2018. Di tutt’altro genere le fotografie di Rosaria Sabrina Pantano, Sara Bianchi e Alessandro Zanoni che si focalizzano sui paesaggi. Nello specifico, la prima si è soffermata sulla sua città in Piazza Castello, la seconda ha presentato il panorama innevato della penisola Yamal , ravvivato dall’aurora boreale mentre l’ultima nell’ordine di citazione, ha realizzato il suo scatto nei pressi del cancello principale del Palazzo Gyeongbokgung di Seul. I restanti partecipanti invece, rientrano nella categoria degli artisti paesaggistici che raffigurano una moltitudine di sardine e delfini al largo del fiume Mbotyi in Sudafrica insieme all’immagine realizzata nel parco nazionale dell’altopiano di Sanetti in Etiopia.

Un orgoglio immenso per il mondo della fotografia che rende onore a tale arte, in costante crescita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top