Altri Mondi 02 – Eden – Fotografie di Patrizia Riviera

La rassegna fotografica Altri Mondi, a cura di Paola Riccardi, prosegue con una mostra dedicata a un “orizzonte perduto”: l’Eden, il luogo dove l’umanità ebbe origine e in cui l’esistenza era priva di sofferenza, malattia; un posto perfetto dove l’uomo viveva panteisticamente immerso nella natura. La parola Eden evoca l’immagine del paradiso terrestre, luogo di armonia, di felicità, di bellezza, di libertà perduta. In questa parola, nella sua potenza, è contenuto il senso di colpa per averlo perso e l’illusione che esista un luogo che gli somigli dove ritornare, dove trovare rifugio. L’uomo diventa quindi un viandante alla ricerca dell’orizzonte infinito, inconoscibile. Negli scatti di Patrizia Riviera, ottenuti con una particolare tecnica di foro stenopeico con dorso polaroid, si ritrova la forza dell’immaginazione inconscia come la natura e di quella conscia, fonte di ispirazione artistica. “Nella natura ricerco quell’energia antica all’origine del mondo. In questo lavoro celebro l’amore assoluto per la Terra, vero paradiso, amore, fatto di nostalgia, di meraviglia, di romanticismo e di misticismo. Quando sono in mezzo alla natura ringrazio di essere viva e guardo quello che mi circonda con lo stupore antico di Adamo e Eva”, afferma l’autrice degli scatti, donandoci una visione del mondo nella quale non esiste distinzione tra materia e spirito. Una visione molto vicina alla filosofia romantica di Friedrich Shelling, nella quale l’intera natura è come guidata da un’anima, una forma di intelligenza immanente che regola sia la forma che l’evoluzione delle cose. L’intera rassegna è presentata dall’associazione Ecologia Turismo Cultura, insieme a Cooperativa COMIN e Cooperativa Tempo per l’infanzia, con il contributo di Cascina Martesana e Fondazione Cariplo.  La mostra fa parte del circuito Photofestival 2018.
Photographers – Contenuti in evidenza – http://www.photographers.it/rss/hilighted_content.xml